Vedopolis, il gioco che aiuta la vista


Vedopolis è un gioco da tavolo che sfida a indovinare il punto di vista altrui, e non solo in senso figurato. O forse sì, nel senso delle figure. Ma non quelle che si fanno con gli altri, quelle che gli altri fanno.
Se questa descrizione vi ha creato una certa nebbia nel cervello, beh, è un po’ come quella che gli abitanti dei villaggi di Spostati di sopra e Spostati di sotto si sono ritrovati una bella mattina proprio a metà del ponte che era stato costruito sul fiume, e che li metteva in comunicazione. Continua la lettura di Vedopolis, il gioco che aiuta la vista

Il ritratto perduto che Art Kane fece alla mafia. In ricordo di Giovanni Falcone.

esplosione CapaciLa prima settimana di Giugno del 1992, in Sicilia, a Terrasini, piccola località costiera vicino a Capaci, si tenne l’annuale “Settimana della fotografia internazionale”.
Il residence Città del Mare e le sue stanze a picco sulla scogliera stavano per essere invasi da prestigiosi fotografi, allievi di ogni nazionalità e decine di nervosissime modelle destinate ai setting più strani. Continua la lettura di Il ritratto perduto che Art Kane fece alla mafia. In ricordo di Giovanni Falcone.

Tempo di frittelle di fiori d’acacia

frittelle di fiori d'acaciaC’è una stagione che porta il vento gentile della speranza e dei ricordi: è quella in cui sbocciano i fiori bianchi e la voglia di correre per i boschi. A ogni fiorire di tiglio, di acacia e di magnolia, mi tornano in mente gli ultimi giorni di scuola, la prima comunione, le giostre che arrivavano in piazza, e i giorni passati nel roseto di mia nonna, circondato da ortensie. Raccoglievamo montagne di petali d rosa, soffici e freschi, e li mettevamo in sacchetti di seta, storditi dai profumi e dal ronzare degli insetti. Continua la lettura di Tempo di frittelle di fiori d’acacia

The vice of reading by Edith Wharton with notes.

book The vice of reading by dith Wharton Here is a new version of The vice of reading by Edith Wharton enriched with explicative notes by Loredana de Michelis.
This is a famous article written in 1903 for The North American Review, in which Edith Wharton describes literature as a “process of transposition and selection” carried out by the writer, through which books are transformed into maps rich in “by-paths and cross-cuts” and “growing things that strike root and intertwine branches”. Continua la lettura di The vice of reading by Edith Wharton with notes.

Apre la pagina Facebook di Metodo Bates Italia

pagina facebook di Metodo Bates ItaliaApre la pagina Facebook di Metodo Bates Italia dedicata a tutti gli appassionati del Metodo Bates. Saranno pubblicati  alcuni brani tradotti delle opere di William Bates e articoli scritti da esperti italiani.
Lo scopo è quello di rendere questo metodo più comprensibile e guidare coloro che intendono seguire gli esercizi “originali” attraverso le descrizioni, spesso un po’ criptiche, dello stesso William Bates.
La pagina è aperta a collaborazioni: gli articoli considerati pertinenti saranno pubblicati nelle note della pagina, e recheranno il link all’autore.

Trataka, l’esercizio yoga di fissazione della candela: quando è meglio NON farlo

donna che fissa una candela

Lo yoga è tecnica raffinata di conservazione dell’agilità e della salute psicofisica: 5000 anni di pratica hanno prodotto migliaia di esercizi e di teorie, e migliaia di praticanti hanno approfondito gli effetti su di loro degli esercizi più diffusi. Molte teorie si sono sviluppate da questa “filosofia del corpo e dell’anima”: alcune estreme, altre basate su principi opposti ma non necessariamente contraddittori. È sempre importante conoscere e contestualizzare il principio che sta alla base di un determinato esercizio, e in questo caso verrà analizzato l’esercizio di fissazione della candela, chiamato TRATAKA. Continua la lettura di Trataka, l’esercizio yoga di fissazione della candela: quando è meglio NON farlo

Kamra: il foro stenopeico inserito chirurgicamente nella cornea dei presbiti

iride con disco forato miopia
Dispositivo Kamra

La scienza, a volte, è una gran spremitura di meningi che ha come unico scopo il cambiare nome e presentazione a una cosa che esisteva già, spacciandola per una nuova scoperta. Anche questa in fondo è un’attività che presuppone ricerca e una certa forma di intelligenza. Continua la lettura di Kamra: il foro stenopeico inserito chirurgicamente nella cornea dei presbiti

A occhi sempre aperti. La fissità come mito.

Giappone, pubblicità di una marca di cioccolato. La storia racconta di una donna che sta cercando di battere il record mondiale di “occhi aperti” o assenza di ammiccamento. Non chiude mai le palpebre, neppure quando starnutisce. Poi assaggia un cioccolatino e non può fare a meno di assaporarlo a occhi chiusi. Record interrotto, fan delusi, vince il prodotto. Continua la lettura di A occhi sempre aperti. La fissità come mito.

Depressione dopo un intervento chirurgico

sala operatoria chirurghiEsiste una forma di disagio emotivo prolungato, simile alla depressione, che colpisce molte persone dopo un intervento chirurgico, in particolare dopo lunghi interventi di chirurgia toracica e addominale. Continua la lettura di Depressione dopo un intervento chirurgico

Sottili razzismi

sottili razzismiUna bambina con evidenti segni di malattia mentale è stata trovata in una foresta indiana, non lontana da una serie di piccoli villaggi dei dintorni. Nessuno ne ha mai denunciato la scomparsa. La bambina non parla e teme le persone. Si muove in modo primitivo. Quando è stata trovata, intorno a lei c’erano delle scimmie, che in una foresta indiana sono più numerose degli alberi e stanno intorno a chiunque e a qualunque cosa. Nella prima notizia del ritrovamento, pubblicata in inglese, c’è scritto che la bambina aveva dei vestiti, neppure troppo sporchi. Dai filmati si notano alcuni suoi curiosi rituali nei confronti del cibo, ma si vede anche che sa perfettamente cos’è il bicchiere d’acqua che le viene porto, sa come afferrarlo e berlo in modo assolutamente umano e civile.
Noi però siamo un popolo di poeti, e secondo i giornali italiani la bambina sarebbe stata trovata nuda, facente parte di un branco scimmie che l’avrebbero allevata nella giungla misteriosa.
Qui sarebbe un grave caso di abuso e abbandono di minore malato, ma quella è India, ed è subito Mowgli.